logo-ws

Chi siamo

011 9566555

Piazza Martiri della Liberta' 3/5

​10098 Rivoli (TO)

contatti

sIAMO aPErTI

info@serviziassociati.it

Non esistare a contattarci: addetti di grande esperienza sapranno ascoltare attentamente e comprendere le tue esigenze e problematiche, indirizzandoti al meglio per risolvere ogni tua richiesta.

Piazza Martiri della Libertà, 3/5, 10098 Rivoli (TO)


info@serviziassociati.it


+39 011 9566555

lun       9-12,30   14-18 

mar       9-12,30   

mer       9-12,30   14-18 

gio        9-12,30    

ven       9-12,30   14-18 

sab      chiuso

dom    chiuso


facebook
twitter
youtube
instagram
whatsapp
phone
Disegno contabile

La
Contabilità

Elena Mirulla

Ti aiutiamo a scegliere e gestire quella più conveniente per te!

La nostra squadra delle ordinarie

La squadra delle Ordinarie

Rosanna con Elena, Caterina, Daniela e Cetty.

La nostra squadra delle semplificate

E quella delle Semplificate e Forfettarie

Rosanna con Rosi, Paola, Rosi e Giulia.

La soluzione ottimale per chi ha un fatturato sotto i 65 mila euro all'anno.

 

Per i primi 5 anni si paga il 5% di imposta sui ricavi meno una quota forfettaria variabile a seconda dell'attività poi il 15%

 

Non si è soggetti a IVA, IRPEF, IRAP, Addizionale Comunale e Regionale.

Forfettaria

Una scelta perfetta per le piccole imprese.

 

Una contabilità semplice e veloce, non vi richiede un grande impegno, ci pensiamo noi a registrare, nei libri iva, le operazioni attive e passive e comunicarvi le liquidazioni e le scadenze.

 

Per poter accedere al regime semplificato occorre anzitutto non essere una società di capitali.

 

I soggetti possono essere:

 

  • società di persone (s.n.c., s.a.s.);
  • società di fatto, enti non commerciali che esercitano un’attività commerciale in via non prevalente;
  • i professionisti e lavoratori autonomi.

 

Il reddito conseguito nel periodo di imposta precedente, deve essere:

 

  • inferiore o uguale 400.000 euro per le imprese di servizi;
  • inferiore o uguale 700.000 euro per le altre attività.

 

 

 

 

Semplificata

La soluzione per le imprese più grandi.

 

Obbligatoria per i soggetti che rientrano, dal punto di vista giuridico o di fatturato annuo, nei casi previsti dal legislatore.

 

 Il presupposto giuridico implica il regime ordinario obbligatorio per:

 

* tutte le società di capitali (s.p.a, s.r.l., s.a.p.a., società cooperative e mutue     assicuratrici)

 

* le organizzazioni di società e gli enti stabili ma non residenti nel territorio       italiano

 

* gli enti pubblici, enti privati, associazioni non riconosciute e consorzi che        hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali

 

L’obbligo legato al reddito, invece, impone che adottino il regime ordinario gli altri soggetti quali:

 

* le persone fisiche che esercitano attività commerciali le società di                   persone (s.n.c. e s.a.s.)

 

* gli enti non commerciali che esercitano anche un’attività commerciale in       misura non prevalente

 

che abbiano un fatturato annuo:

 

* maggiore di 400.000 euro se l’attività prevalentemente erogata consiste         in servizi;

 

*  maggiore di 700.000 euro se l’attività prevalente è la vendita di beni o            altre attività, diverse dall’erogazione di servizi.

 

Il volume di affari viene riferito all’anno solare precedente, quindi anche per:

 

 

È facoltativa per quelle imprese o professionisti che decidono di adottare il regime ordinario pur potendo applicare il regime semplificato, per considerazioni legate alla propria attività.

 

 

 

I soggetti che devono attenersi al regime contabile ordinario sono obbligati a tenere alcune scritture contabili precisamente indicate dalla legge.

In particolare:

 

* i registri IVA, dove si annotano tutte quelle transazioni (attive o passive          che siano) che sono rilevanti ai fini della determinazione dell’Imposta sul        Valore Aggiunto (fatture e corrispettivi);

 

* il registro dei beni ammortizzabili, dove devono essere registrate tutte le       immobilizzazioni materiali e immateriali, relative all’acquisto di beni               strumentali che non esauriscono la loro vita utile nel breve periodo ma in      più esercizi e, quindi, sono soggetti ad ammortamento;

 

*  i libro giornale nel quale vengono registrati, in partita doppia, tutti i                movimenti che comportano un’entrata o un’uscita per l’azienda;

    i libro degli inventari.

 

A queste scritture contabili obbligatorie se ne aggiungono altre, se la società è una società di capitali.

 

Ad esempio sarà obbligatorio la tenuta del libro dei soci, il libro delle obbligazioni, i libri delle adunanze e delle deliberazioni dei vari organi (assemblea soci e degli obbligazionisti, organo di controllo, organo deliberativo).

Ordinaria

Commercialisti & Consulenti del Lavoro
 

Come creare un sito web con FlazioCreare un sito per fotografi